Scala N
Benvenuti nel Forum della scala N, per entrare nel Forum è sufficiente registrarsi con i propri dati e attendere che venga inviata l'email di sblocco del Vostro account. Una volta ricevuta l'e-mail, cliccare sul link dello sblocco account.


SAGIMODEL, questo sconosciuto

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

SAGIMODEL, questo sconosciuto

Messaggio Da Claudio De Pietro il Lun Nov 08, 2010 9:10 pm

Oggi voglio parlarvi dei modelli di una casa che trovo poco citata - secondo me a torto – costruttrice di carri FS.
Si tratta della SAGI di Antonio Maida che fa grandi e costosi modelli in scala H0, ma costruisce anche alcuni modellini in scala N. E, rispetto ai fratelli maggiori della H0 - con grande sorpresa - costano molto meno.

Ne ho comprato quattro: due carri F; un carro F con garitta (bellissimo); un bagagliaio DM 99.
Sono modellini con cassa in ottone e alpacca, telaio e sale in “siderlite” una specie di materiale plastico molto solido.

Non so se il buon Maida ha spinto processi di automazione nella sua produzione, ma posso assicurare che il risultato è che finalmente si possono ammirare modellini che gareggiano con la qualità teutonica. Le parti meno dettagliate sono le sale, che, a paragone degli analoghi pezzi in ottone dei carri Hg di N-kit, perdono dei punti. La scorrevolezza è ottima, come anche la sensazione di solidità e stabilità dei materiali usati.
Trovo il prodotto finale eccellente e finalmente con un rapporto qualità/prezzo favorevole, trattandosi – non lo dimentichiamo - di pezzi con cassa in ottone. La verniciatura è ottima senza la più piccola sbavatura e presenta un leggero invecchiamento che conferisce ai carri un fascino ed un realismo unici, testimonianza di una solida fase progettuale ma anche di una seria e attenta applicazione nelle pratiche realizzative. Sono fra i pochi modelli in scala N che mi sono capitati fra le mani che non temono nemmeno la prova “lente di ingandimento”, che, anzi, serve ad apprezzare meglio i più piccoli particolari e la finezza dell’assemblaggio.

Altra particolarità: i ganci.
La SAGI adotta dei ganci magnetici che garantiscono una buona tenuta in trazione, mentre in spinta mostrano qualche incertezza e causano qualche sviamento di troppo. Esteticamente la resa è molto buona specialmente quando i modelli sono agganciati ma l’adozione di questi ganci non consente la ricomposizione dei convogli con carri di altre marche, a meno di non voler montare i ganci magnetici su tutto il parco rotabili (un Kit di 2 ganci costa 8 Euro), oppure voler montare ganci standard sui SAGI. Inoltre l’aggancio è obbligato, nel senso che una testata di un carro si aggancerà con una sola testata di un altro, in relazione alla polarità dei magneti.

Interessante la proposta della SAGICARD: al costo una tantum di 10 Euro, si potrà usufruire di sostanziali sconti.

Si può trovare il catalogo con prezzi e modalità di acquisto sul sito www.sagimodel.it . Peccato che in quel catalogo ci siano solo I disegni dei modelli; sono convinto che foto ben fatte attrarrebbero molti più acquirenti.

Io spero che la SAGI voglia intraprendere la strada di realizzare altri modelli in scala N, ad esempio carrozze passeggeri; se riuscirà a produrre pezzi di analoga qualità e della stessa fascia di prezzo, credo che meriterà grande attenzione.

Claudio.







avatar
Claudio De Pietro
Vice Ammnistratore
Vice Ammnistratore

Maschile
Numero di messaggi : 1028
Età : 61
Localizzazione : Benevento
Occupazione/Ozio : Bighellonaggio
Quale loco ti piace : E 428 I serie
Data d'iscrizione : 13.01.10
Barra del rispetto del forum :

Tornare in alto Andare in basso

Re: SAGIMODEL, questo sconosciuto

Messaggio Da deltaforce il Lun Nov 08, 2010 9:44 pm

Chi è nel settore da piu' tempo conosce SAGI (o meglio la famiglia Maida) per la collaborazione e commercializzazione in Germania avvenuta assieme ad Euromodell FP un 10/15 anni fa', trattandosi infatti degli unici carri merci italiani veramente degni di una locomotiva articolata del Bodo. Alcuni dei carri F sono quindi già presenti sul mercato da un sacco di tempo.
SAGI è rimasta relativamente conosciuta nel settore di scala N in Germania e parzialmente Svizzera da quei tempi li', ma dopo un paio di anni di pausa è solo da tre anni che producono di nuovo modelli in scala N, presentando come novità l'anno scorso il carro frigo e quest'anno il Dm. Negli ultimi anni non sono ahimè usciti spesso dal confine italiano per presentare le loro novità, il che trovo peccato.

Sono ottimi modelli, ma la soluzione del gancio rimane una soluzione abbastanza esotica e fuori dagli schemi consueti della scala N, visto che perfino il Bodo lavora con una specie di gancio per potersi aggianciare ai NEM.
Nella prima produzione degli anni novanta Sagi utilizzava ancora i ganci NEM e chi ha ancora quei carri li', preferisce usare quelli per poi agganciare al treno quelli col gancio nuovo.

Ciao

Francesco


Ultima modifica di deltaforce il Lun Nov 08, 2010 10:24 pm, modificato 1 volta

deltaforce
Moderatore
Moderatore

Maschile
Numero di messaggi : 678
Età : 36
Localizzazione : Cadenazzo (Svizzera)
Occupazione/Ozio : Studente/Collaboratore scientifico
Quale loco ti piace : FFS Ae 6/6
Data d'iscrizione : 19.03.09
Barra del rispetto del forum :

Tornare in alto Andare in basso

Re: SAGIMODEL, questo sconosciuto

Messaggio Da Antonio Venezia il Lun Nov 08, 2010 10:23 pm

Comunque io da profano dico che sono molto belli, avrò l'occasione quando prima di vederli da Claudio.
avatar
Antonio Venezia
Amministratore
Amministratore

Maschile
Numero di messaggi : 5899
Età : 47
Localizzazione : Avellino
Occupazione/Ozio : Operaio specializzato
Quale loco ti piace : Tutte le loco epoca V-VI tedesche e austriache
Data d'iscrizione : 13.11.07
Barra del rispetto del forum :

http://www.scalan.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: SAGIMODEL, questo sconosciuto

Messaggio Da deltaforce il Lun Nov 08, 2010 10:29 pm

Che siano molto belli non lo mette in dubbio nessuno,

anzi, ne ho sempre comprati regolarmente anch'io, ma se prendessero in considerazione anche gli standard delle norme NEM, allora si aprirebbero per loro mercati ben maggiori per commercializzare il loro prodotto.

Ciao

Francesco

deltaforce
Moderatore
Moderatore

Maschile
Numero di messaggi : 678
Età : 36
Localizzazione : Cadenazzo (Svizzera)
Occupazione/Ozio : Studente/Collaboratore scientifico
Quale loco ti piace : FFS Ae 6/6
Data d'iscrizione : 19.03.09
Barra del rispetto del forum :

Tornare in alto Andare in basso

Re: SAGIMODEL, questo sconosciuto

Messaggio Da Claudio De Pietro il Lun Nov 08, 2010 10:34 pm

deltaforce ha scritto:Chi è nel settore da piu' tempo conosce SAGI (o meglio la famiglia Maida) per la collaborazione e commercializzazione in Germania avvenuta assieme ad Euromodell FP un 10/15 anni fa', trattandosi infatti degli unici carri merci italiani veramente degni di una locomotiva articolata del Bodo. Alcuni dei carri F sono quindi già presenti sul mercato da un sacco di tempo.
SAGI è rimasta relativamente conosciuta nel settore di scala N in Germania e parzialmente Svizzera da quei tempi li', anche è solo da pochissimi anni (forse tre?) che si occupano di nuovo un pochino di scala N, presentando come novità l'anno scorso il carro frigo e quest'anno il Dm. Negli ultimi anni non sono ahimè usciti spesso dal confine italiano per presentare le loro novità, il che trovo peccato.

Sono ottimi modelli, ma la soluzione del gancio rimane una soluzione assai esotica e fuori dagli schemi consueti della scala N, visto che perfino il Bodo lavora con una specie di gancio per potersi aggianciare ai NEM.
Nella prima produzione degli anni 1994-2000 Sagi utilizzava ancora i ganci NEM e chi ha ancora quei carri li', preferisce usare quelli per poi agganciare al treno quelli col gancio nuovo.

Ciao

Francesco

Si, Francesco, ma io noto che si parla un po' di tutti i costruttori, dedicando a ciascuno uno spazio più o meno meritato.
Trovo invece che lo spazio dedicato finora a SAGI sia sottodimensionato. I suoi prezzi e la sua qualità potrebbero invogliare molti appassionati italiani ad avvicinarsi alla scala N dalla quale tanti stanno lontani proprio per la mancanza di validi modelli FS a prezzi abbordabili. E, nel mio piccolo, ho voluto rendergli giustizia e portare a conoscenza dei tanti amici del forum questa mia esperienza.

Per quel che riguarda i ganci, io credo che i costruttori di modelli di qualità siano alla ricerca di un'alternativa agli ingombranti standard.

Lo ricordavi anche tu: Euromodell non monta ganci standard, anche se il suo uncino è compatibile con quel sistema. Compatibile ma non certo il massimo in quanto a funzionamento con gran parte del materiale trainato con dotazione standard.
Evidentemente Bodo Fonfara non se la sente proprio di montare sui suoi bellissimi modelli i ganci standard.
E credo che lo stesso sia capitato ad Antonio Maida, che, come ricordavi, li ha abbandonati da tempo.
Chi glielo ha fatto fare? Non certo la convenienza, bensì evidentemente un gusto estetico che va oltre le considerazioni di mercato. E questo torna a suo ulteriore merito.
Ma anche con quei ganci le soluzioni - pur con qualche compromesso - ci sono, basta applicarsi un po'.

Ciao.

Claudio.


Ultima modifica di diamasnte il Lun Nov 08, 2010 10:41 pm, modificato 1 volta
avatar
Claudio De Pietro
Vice Ammnistratore
Vice Ammnistratore

Maschile
Numero di messaggi : 1028
Età : 61
Localizzazione : Benevento
Occupazione/Ozio : Bighellonaggio
Quale loco ti piace : E 428 I serie
Data d'iscrizione : 13.01.10
Barra del rispetto del forum :

Tornare in alto Andare in basso

Re: SAGIMODEL, questo sconosciuto

Messaggio Da Claudio De Pietro il Lun Nov 08, 2010 10:37 pm

Tonycoyote ha scritto:Comunque io da profano dico che sono molto belli, avrò l'occasione quando prima di vederli da Claudio.

Profano di che se sei il maggiore possessore di modelli in scala N dell'emisfero boreale?

Quando vuoi, tu sai che sei sempre il benvenuto.
avatar
Claudio De Pietro
Vice Ammnistratore
Vice Ammnistratore

Maschile
Numero di messaggi : 1028
Età : 61
Localizzazione : Benevento
Occupazione/Ozio : Bighellonaggio
Quale loco ti piace : E 428 I serie
Data d'iscrizione : 13.01.10
Barra del rispetto del forum :

Tornare in alto Andare in basso

Re: SAGIMODEL, questo sconosciuto

Messaggio Da deltaforce il Lun Nov 08, 2010 10:56 pm

Io lo spazio ai carri SAGI sui forum stranieri nei quali scrivo l'ho sempre dedicato,

essendo per la maggior collezionisti e ferromodellisti che sono anche disposti a spendere il giusto per avere un modello perfetto. Su quelli italiani ne parlo meno, visto che non so quanti in Italia sono disposti a sborsare dai 35.- ai 60.- per un carro a due assi...
E' lo stesso discorso che vedo sui forum nel settore della scala H0 riguardo ai carri Tipo F, in Italia tutti tessono le lodi dei TTM-Kit da autocostruire, invece in Germania tutti preferiscono i Brawa costosi ma già finiti.
L'ho già ripetuto ad nauseam alla Sagi, se vogliono sfondare sull'importante mercato tedesco della scala N, devono trovare il modo di piazzare la KK-Kulisse nei loro carro, se no continueranno a rimanere confinati sul mercato di nicchia dell'artigianato.

Ciao

Francesco

P.S.: il gancio Euromodell FP funziona perfettamente e non mi ha mai tradito, nemmeno sugli elicoidali. :-)

deltaforce
Moderatore
Moderatore

Maschile
Numero di messaggi : 678
Età : 36
Localizzazione : Cadenazzo (Svizzera)
Occupazione/Ozio : Studente/Collaboratore scientifico
Quale loco ti piace : FFS Ae 6/6
Data d'iscrizione : 19.03.09
Barra del rispetto del forum :

Tornare in alto Andare in basso

Re: SAGIMODEL, questo sconosciuto

Messaggio Da Claudio De Pietro il Mar Nov 09, 2010 3:30 am

La mia esperienza sui ganci Euromodell purtroppo non è la stessa. E' vero che attualmente faccio andare i treni su un circuito piuttosto accidentato, ma è lo stesso su cui altri modelli di loco trainano di tutto con una certa facilità. Ma visto che a te non danno nessun fastidio, probabilmente è solo un problema di registrazione dell'uncino.
avatar
Claudio De Pietro
Vice Ammnistratore
Vice Ammnistratore

Maschile
Numero di messaggi : 1028
Età : 61
Localizzazione : Benevento
Occupazione/Ozio : Bighellonaggio
Quale loco ti piace : E 428 I serie
Data d'iscrizione : 13.01.10
Barra del rispetto del forum :

Tornare in alto Andare in basso

Re: SAGIMODEL, questo sconosciuto

Messaggio Da Ospite 07 il Mar Nov 09, 2010 5:25 am

La ditta SAGI ha sempre avuto un posticino nel mio cuore.
Mi ero ripromesso di andare a trovare il Sig. Maida in quel di Fano, ma non ci sono ancora riuscito.
L'occasione è stata Novegro dove ho conoscuto sia il signor Antonio che la gentilissima figlia, ho preso in mano il Dm99 e non sono stato più capace di lasciarlo.
Concordo sui limiti del gancio scelto, anche se molto bello esteticamente.
Una soluzione sarebbe l'applicazione del cinematismo KKK per poter applicare questo gancio che per me è in assoluto il più bello in scala N:
http://www.hammerschmid.de/kurzkupplung-spur-n.html
Non ho mancato di aderire alla SAGIcard, così ogni tanto mi permetterò uno dei piccoli gioielli del geniale Antonio.

Ospite 07
Utente Cancellato
Utente Cancellato

Maschile
Numero di messaggi : 1315
Data d'iscrizione : 04.03.09
Barra del rispetto del forum :

Tornare in alto Andare in basso

Re: SAGIMODEL, questo sconosciuto

Messaggio Da Ospite il Mar Nov 09, 2010 7:07 am

Ciao Claudio!
Hai fatto benissimo a mostrare i carri di SAGI.

I prezzi (con la SAGI-card, però) sono abbastanza in linea con questo tipo di riproduzioni, che però sono un ibrido (non è il primo caso), visto che non sono interamente in ottone.
Nel Dm noto che i parasala hanno le boccole sbagliate: a quei tempi montavano quelle a strusciamento, mi sembra addirittura fino a fine carriera.
Inoltre, mi sembra dalle foto che la parte bassa non sia proprio all'altezza dei dettagli della cassa.
Per il discorso dei ganci, concordo pienamente con Francesco.
Comunque, sono degli ottimi carri.

Un saluto,
Carlo.
avatar
Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: SAGIMODEL, questo sconosciuto

Messaggio Da Claudio De Pietro il Mar Nov 09, 2010 10:56 pm

Si Carlo, condivido le tue considerazioni sulle sale. Infatti nel mio post dicevo che la parte inferiore del carro è la meno dettagliata, anche se non conosco il tipo di boccole del carro DM a cui ti riferisci.

Per quel che riguarda l'uso di materiali misti nella realizzazione dei modelli, come tu ricordavi, è pratica piuttosto diffusa, a parte rare e costosissime eccezioni. C'è chi economizza sulla parte inferiore e chi sulla parte superiore, come per esempio il tetto in resina delle tipo'59 di Nkit o il sottocassa della E.623 di COLLI; c'è chi economizza sia sull'una che sull'altra come capita per il tetto e il sottocassa delle tipo'37 di ACAR/COLLI.
Tutto considerato il mio personalissimo giudizio è che il rapporto qualità/prezzo è nettamente a favore dei SAGI. Basti pensare che un carro Hg finito di SAGI costa (sempre con SAGI CARD che, ricordo, costa solo 10 Euro una tantum) pochi Euro in più della lastrina dello stesso carro di Nkit. L'uno e l'altro possono avere delle imperfezioni. Poi c'è chi si diverte ed è orgoglioso di costruirsi un carro da se e chi invece lo preferisce - vista la piccola differenza di prezzo - già finito.

Il discorso di Francesco sui ganci non fa una grinza; però anche quello che fa Vittorio quando sostiene che questi sono i ganci più belli mi sembra da tener da conto.
Rimane il problema di come utilizzarli.

A voi maghi della scala N la risoluzione.

Ciao.

Claudio.

avatar
Claudio De Pietro
Vice Ammnistratore
Vice Ammnistratore

Maschile
Numero di messaggi : 1028
Età : 61
Localizzazione : Benevento
Occupazione/Ozio : Bighellonaggio
Quale loco ti piace : E 428 I serie
Data d'iscrizione : 13.01.10
Barra del rispetto del forum :

Tornare in alto Andare in basso

Re: SAGIMODEL, questo sconosciuto

Messaggio Da Ospite 07 il Mar Nov 09, 2010 11:53 pm

Claudio
io mi riferivo a quelli tedeschi, che come si può vedere dal sito sono sottilissimi e adatti solo e purtroppo agli attacchi NEM KK.
Se notate però è disponibile presso lo stesso produttore un cinematismo molto sottile da applicare ai modelli che cinematismo non hanno.
Mi sono ripromesso di provare quanto prima gli articoli e poi relazionarvi sui risultati.
Molto bella è anche l'asta rigida con condotta pneumatica che simula un tenditore ben teso e da la giusta distanza ai veicoli sempre muniti di cinematismo.
ciao
Vittorio

Ospite 07
Utente Cancellato
Utente Cancellato

Maschile
Numero di messaggi : 1315
Data d'iscrizione : 04.03.09
Barra del rispetto del forum :

Tornare in alto Andare in basso

Re: SAGIMODEL, questo sconosciuto

Messaggio Da Claudio De Pietro il Mer Nov 10, 2010 12:01 am

Ooops, Vittorio, non avevo seguito il tuo link e avevo capito che ti riferissi ai ganci SAGI.
Comunque dacci sotto e facci sapere dei tuoi esperimenti.

Ciao, ciao.
avatar
Claudio De Pietro
Vice Ammnistratore
Vice Ammnistratore

Maschile
Numero di messaggi : 1028
Età : 61
Localizzazione : Benevento
Occupazione/Ozio : Bighellonaggio
Quale loco ti piace : E 428 I serie
Data d'iscrizione : 13.01.10
Barra del rispetto del forum :

Tornare in alto Andare in basso

Re: SAGIMODEL, questo sconosciuto

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum